Centro Residenziale di Pronta Accoglienza Spinadesco

Il Centro Residenziale di Pronta Accoglienza Spinadesco, gestito dal Luglio 2018 dalla Cooperativa Il Mago di Oz, è una struttura che accoglie utenza maschile maggiorenne con problematiche legate alla dipendenza da droga ed alcool su invio dei servizi specialistici (Ser.t, S.M.I. , N.O.A.).
Ospita persone che ritengono di avere necessità di un periodo di astensione dall’uso di sostanze e/o di riflessione sulle proprie condizioni di salute e di vita.
E’ accreditato come “servizio residenziale di accoglienza” per 14 posti a carattere residenziale con decreto  n°432 del 10/08/2018 della ATS Val Padana.
Le rette per la permanenza degli utenti nel Centro di Pronta Accoglienza Residenziale sono a carico del Servizio Sanitario Nazionale e sono stabilite dalla Regione Lombardia, per cui agli utenti e alle loro famiglie non viene chiesto alcun contributo economico per l’erogazione dei servizi previsti dalla retta. Sono invece a carico degli utenti tutte le altre spese, in particolare: sanitarie/farmaceutiche, personali (vestiario, sigarette, trasporti, corrispondenza, legali, prodotti igienici particolari, ecc.) ed eventuali risarcimenti per danneggiamenti.

Principi guida

Le finalità principali del progetto sono:

  • garantire una pronta risposta a situazioni urgenti;
  • contenere e supportare le persone nella fase di eventuale riduzione dell’uso di farmaci sostitutivi;
  • offrire un contesto in grado di favorire un iniziale processo di remissione dall’uso di sostanze ed un parallelo o successivo processo di chiarificazione e di scelta, anche sulla base di un mirato approfondimento diagnostico.

Ogni persona accolta può avere obiettivi diversi e può conseguentemente fare un uso diverso del Centro di Pronta Accoglienza; in particolare i percorsi più tipici sono i seguenti:

  1. percorso pre-comunitario, di tutela delle persone e di preparazione ad un successivo ingresso in comunità residenziali;
  2. percorso propedeutico ad un trattamento terapeutico semiresidenziale, ove siano ipotizzabili ed attivabili le condizioni, a breve termine, di un rientro in famiglia; il centro residenziale svolge una funzione contenitiva e stabilizzante per il soggetto, creando inoltre lo spazio-tempo necessario alla famiglia per sentirsi momentaneamente sollevata e per riorganizzarsi, con il supporto degli operatori, in modo più congruente e utile;
  3. percorso esplorativo, in cui in assenza di un progetto e nella difficoltà di definirlo, la persona dipendente ha la possibilità di effettuare la disassuefazione e di mettere a fuoco le opportunità successive; rientrano in questo percorso le diverse situazioni di urgenza, per le quali l’intervento è, per definizione, a-progettuale, poiché necessariamente legato alla saturazione del bisogno contingente e predominante.
Approccio Metodologico

Nel rispetto della normativa regionale, la permanenza prevede un periodo massimo di 90 giorni.
Il giorno dell’inserimento viene assegnato all’ospite un educatore di riferimento che lo seguirà durante tutto il programma.

Durante il primo mese gli obiettivi principali sono:

  • Stabilizzazione del quadro psico-fisico;
  • Costruzione, in collaborazione attiva con il soggetto, di un quadro clinico, una sorta di “inventario delle risorse”, comprensivo degli aspetti psicologici, necessario per orientare le possibili scelte successive.

Tale quadro clinico, che utilizza tutte le informazioni conosciute della storia anamnestica individuale, familiare e sociale, viene costruito attraverso l’approfondimento delle capacità cognitivo-adattive ed emotivo-affettive del soggetto, unitamente alla pratica professionale del colloquio clinico e delle osservazioni condotte dagli educatori nel contesto della quotidianità. 

Durante il successivo periodo (secondo e terzo mese), anche sulla base di quanto emerso nel “colloquio di restituzione” con il quale, alla fine del primo mese di permanenza, vengono comunicate all’utente le osservazioni e le valutazione formulate dall’équipe tecnica, il lavoro si concentra in particolare sulla “consapevolezza” e sul “sostegno della motivazione”, prendendo contatti con le strutture comunitarie considerate più idonee per il soggetto., per organizzare il successivo traferimento.

E’ possibile utilizzare tutti i 90 giorni di permanenza anche solo coma pausa di tregua.
Per il perseguimento degli obiettivi suddetti, sono previste le seguenti attività:

  • colloqui individuali strutturati con operatore referente;
  • gruppi di auto-mutuo-aiuto;
  • sostegno psicologico;
  • informazione, formazione e assistenza sanitaria;
  • sperimentazione di esperienze di vita quotidiana;
  • attività ergoterapiche;
  • attività ricreative.

Ogni attività è finalizzata a favorire negli utenti la riscoperta e la valorizzazione delle proprie risorse, nonché la progressiva sperimentazione del principio di auto-aiuto.
Sono impostate al fine di offrire molteplici opportunità terapeutiche, volte in modo peculiare a facilitare e sostenere i singoli nel processo di acquisizione di una maggiore consapevolezza di sé e delle proprie ricchezze e dei propri limiti.

Sono previsti:
INCONTRI DI GRUPPO. Tali gruppi sono di due tipi:

  • Gruppo di confronto (condotto dagli educatori) che, partendo dalle esperienze quotidiane degli ospiti, hanno l’obiettivo di riflettere sugli aspetti concreti dell’esperienza che si sta vivendo nel Centro (rispetto delle regole, problemi relazionali, ecc.); in questo gruppo ciascuno è chiamato a comunicare difficoltà, dubbi, emozioni, paure, successi, soddisfazioni, avvenimenti riguardanti se stesso e il proprio ambiente familiare e sociale;
  • Gruppo di Parola (condotto dalla Psicologa) nei quali si propongono, attraverso esercitazioni e simulate, tematiche di interesse comune che emergono durante l’esperienza terapeutica e che necessitano di una riflessione e di un approfondimento 

COLLOQUI INDIVIDUALI settimanali, con l’educatore di riferimento, nei quali si realizza una relazione di aiuto che, partendo dalla conoscenza del passato, si centri sul presente, per sviluppare un progetto educativo coerente; così educatore ed utente insieme affrontano dubbi o difficoltà e rafforzano la motivazione;

COLLOQUIO D’INQUADRAMENTO PSICOLOGICO: effettuato durante il primo mese di permanenza nel centro che ha soprattutto l’obiettivo di approfondire la “diagnosi”, ma anche di fare emergere i vissuti emotivi degli utenti, contenendo le ansie e le paure di non riuscire. Inoltre, sono occasione di rilettura delle proprie modalità adattive. E’ infatti possibile richiedere ulteriori colloqui oltre al primo previsto per tutti.

Organizzazione del Servizio

TIPOLOGIA E MODALITA’ DI ACCESSO:

Il Centro di Pronta Accoglienza residenziale può accogliere solo utenza maschile con certificazione di dipendenza da sostanze lecite e/o illecite. L’accesso avviene per libera scelta dell’utente.
Il trattamento con farmaci sostitutivi o antagonisti su prescrizione medica non costituisce impedimento all’inserimento.
La condizione di condannato ammesso a misure alternative alla detenzione (affidamento) è compatibile con l’inserimento. Non è possibile invece l’ingresso per le persone agli arresti/detenzione domiciliare.
Non è possibile, infine, l’inserimento di persone con patologie psichiatriche gravi certificate (“doppia diagnosi”).

ORARIO DI FUNZIONAMENTO:

Il Centro di Pronta Accoglienza Residenziale è un Servizio aperto 24 ore/giorno, tutto l’anno.

PERSONALE:

Il personale dell’equipe tecnica è composto da:

1 Responsabile;
1 Psicologo/Psicoterapeuta;
3 Operatori qualificati;
3 Operatori di supporto.

GIORNATA TIPO:

Dal Lunedi al Sabato la sveglia è alle ore 07.00 am, e la colazione è servita dalle 7.30 alle 08.00 am
La domenica la sveglia è alle ore 08.00 am
Farmaci e sigarette giornaliere vengono somministrate nell’ufficio degli educatori dalle 8.30 fino alle 9.00 dal lunedì al sabato e dalle 10.00 alle 10.30 la domenica.

L’orario delle attività occupazionali è: 9.00-12.00 dal lunedì al venerdì, nonché 9.00-12.00 il sabato.
Tutte le attività occupazionali, salvo specifica dispensa degli educatori per motivi di salute o altro, sono obbligatorie, ogni attività ha un responsabile che segue le indicazioni degli operatori o dei volontari.
Le attività occupazionali pomeridiane sono facoltative e concordate di volta in volta con il personale educativo (dal lunedì al venerdì dalle14.00 alle 17.00, il sabato dalle 14.00 alle 16.00)

Pranzo alle 12.45
Cena 19.30

Dalla domenica al venerdì il ritiro nelle proprie stanze è alle ore 23.00; il sabato è alle ore 24.00.

DIRITTI DEGLI UTENTI:

La Cooperativa Sociale Il Mago di Oz oltre a rispettare i principi di uguaglianza e imparzialità e la totale libertà morale, filosofica, politica e religiosa degli utenti, è impegnata a rispettare e far rispettare i seguenti loro diritti:

  1. Diritto alla salute: intesa come salute fisica, psichica e sociale; pertanto la Cooperativa oltre ad assicurare un servizio socio-sanitario di buona qualità si impegna a:
    • incoraggiare gli ospiti ad assumere un ruolo attivo e di partecipazione al miglioramento e mantenimento della propria salute;
    • contribuire alla collaborazione con i servizi sociali e sanitari;
    • identificare e caratterizzare nella comunità specifici gruppi target e i loro bisogni specifici di salute;
    • riconoscere le differenze di atteggiamenti, bisogni e condizioni culturali tra i diversi individui.
  1. Diritto alla sicurezza: la Cooperativa presta particolare attenzione alla sicurezza fisica degli utenti, degli operatori, dei volontari, e di ogni altra persone che, a qualsiasi titolo, frequenti la struttura comunitaria, con l’approntamento di adeguate dotazioni e l’attuazione di corrette misure preventive, in particolare:
  • igiene: rispetto scrupoloso di tutte le norme e di ogni buona prassi;
  • sorveglianza: presenza continuativa, 24 ore su 24, degli operatori e/o volontari;
  • antincendio: adeguata dotazione di mezzi antincendio;
  • elettricità , gas e rischi connessi: impiantistica elettrica e del gas a norma di legge.
  1. Diritto alla qualità dei servizi: la Cooperativa si impegna a porre al centro dei propri servizi gli utenti e a rispondere con puntualità, qualità ed affidabilità ai loro bisogni e alla loro domanda; pertanto a tal fine persegue:
  • il coinvolgimento nel raggiungimento degli obiettivi riabilitativi di tutte le risorse umane, favorendo l’aggiornamento specifico delle varie figure professionali;
  • l’aggiornamento continuo delle metodologie onde renderle sempre più corrispondenti alle esigenze riabilitative degli ospiti;
  • lo sviluppo dei legami e dei confronti con le altre comunità del territorio provinciale e nazionale.
  1. Diritto all’informazione: l’utente ha diritto ad essere informato dagli operatori dell’andamento del proprio percorso riabilitativo, sugli interventi necessari, sulla possibilità di ulteriori trattamenti riabilitativi presso altre strutture.
  2. Diritto alla riservatezza: nessuna informazione sulla situazione dell’ospite viene data ad altri (parenti compresi) senza il suo consenso; tutto il personale della Cooperativa è tenuto al segreto professionale; in relazione al disposto del decreto legislativo sulla privacy; la Cooperativa inoltre garantisce l’utilizzo dei dati anagrafici ai soli fini consentiti dalla legge.
  3. Diritto alla responsabilità personale: l’ospite ha diritto di non accettare il trattamento o le cure che gli vengono proposte, in tal caso però se ne assume la piena responsabilità per le conseguenze che ne possono derivare, compreso l’allontanamento dalla struttura. L’ospite ha inoltre il diritto di lasciare la struttura e di abbandonare il programma riabilitativo in qualsiasi momento, assumendosene la responsabilità
  4. Diritto al reclamo: il diritto al reclamo dell’ospite è ritenuto dalla Cooperativa punto qualificante per migliorare le proprie prestazioni. Per le modalità si veda il punto “Reclami ed osservazioni”.

Contatti

Responsabile: Marco Lanzi
SPINADESCO (CR), via Roma, 108
Tel/FAX 0372491769

marco.lanzi@ctmagodioz.it

 

Posti liberi

Verifica il numero dei posti liberi e il numero di utenti in lista d’attesa in tempo reale
POSTI ACCREDITATI 15
POSTI A CONTRATTO 14
POSTI LIBERI 0
LISTA DI ATTESA 5